Osanna Palepoli


BE-IN

BE-IN Palepoli

BE-IN Palepoli

L’intensa attività dal vivo prosegue nel 1973. In estate il gruppo organizza a Napoli il raduno chiamato Be-In a cui partecipa il meglio della scena progressive italiana. L’evento si rivela un successo musicale e di pubblico.

In quell’anno viene dato alle stampe l’album Palepoli, che è ritenuto uno degli episodi più riusciti del progressive italiano. Il disco è un concept costituito da tre lunghe composizioni, che si sviluppano attorno al contrasto tra tradizione e modernità, tra la spinta ad innovare a cui si contrappone il recupero della tradizione popolare. La musica infatti è un impasto sonoro di registri musicali antichi e moderni, dall’improvvisazione free jazz, al recupero del folkpartenopeo, passando per riff hard rock e partiture di derivazione blues.

Palepoli, che vuol dire città antica, viene contrapposta idealmente alla Neapoli moderna, fredda e distaccata chiusa nel suo egoismo metropolitano. Al disco segue un tour teatrale omonimo scritto con Tony Newiller, sulla storia della cultura popolare napoletana, messo in scena dal gruppo con la partecipazione di una compagnia di artisti, mimi e danzatori.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com